L’importanza del Mongo

English version

Mongo

Ognuno di noi ha preso per il culo un “mongo pusher”.

Se non l’hai mai fatto allora o sei lo skater più buono del pianeta, o sei un bugiardo o ti spingi in mongo pure tu.

È incredibile che il rischio di trovarti in una delle categorie più ridicolizzate nello skateboarding sia solo una questione di pochi centimetri di differenza della posizione dei piedi sulla tavola; eppure è una di quelle tacite leggi a cui tutti aderiscono.

“Urban dictionary” ha questa definizione per “pushing mongo”:

“Un modo stupido di skateare.

Uno skatea in “mongo” quando il piede anteriore viene usato per spingersi.”

Es: “Non mi stupisce che non impari quel trick. Si spinge in mongo!”

Nonostante la maggioranza degli skaters si senta orgogliosa ed addirittura quasi si vanti di quanto è libero, creativo ed accogliente il mondo dello skateboarding, esistono delle linee guida su come fare bene alcune cose: spingere un pezzo di legno nel modo “corretto” è una di queste.

Ebbene si.

Ognuno di noi ha discriminato un mongo push, un mall grab, uno yo flip o qualsaisi altro movimento considerato anti-estetico almeno una volta nella vita, e continueremo a farlo perché ormai è nel nostro DNA.

Ma vi siete mai chiesti se questi “difetti” hanno qualche importanza nello skateboarding?

Per quanto riguarda il mongo push, la risposta è: Assolutamente sì.

 

Il movimento del “mongo” è la base fondamentale per almeno quattro azioni abbastanza comuni nello skateboarding:

  • Droppare: Uno dei movimenti più basici e allo stesso momento più importanti per lo skate, ha bisogno del “mongo stance” per farlo. C’è un momento prima di ogni drop-in dove stai comodamente sulla tavola pronto per iniziare la tua run e sei in “mongo” davanti a tutti e nessuno ti dice niente.
  • Boneless one: Semplicemente aggiungendo un pre-grab, un banalissimo “mongo push” diventa un potente boneless.
  • Madonna air: Praticamente un mongo push in aria. Un trick difficile da fare e grazioso da vedere. Ogni volta che qualcuno fa un Madonna air la bandiera “mongo” vola più in alto che mai.
  • No-comply: Considerato uno dei trick più stilosi (sopratutto con il suo ritorno negli ultimi anni) e anche uno dei più difficili da fare bene. Il no-comply dritto è banalmente un “mongo push” molto esagerato ma nessuno ti prenderà per il culo se lo fai.

La spinta “mongo” sarà sempre considerata un difetto, però dobbiamo onorare il fatto che alcune delle radici più vecchie dello skateboarding sono solidamente radicate in terra “mongo”.

IMPORTANCE OF MONGO meme